News


Massimo Ranieri si racconta a Suoni dal Monviso


27/07/2021

«E’ la prima volta che ho il piacere di esibirmi su un palcoscenico posizionato in una location così meravigliosa. Cantare in un paradiso naturale, a 2000 metri di altezza, è veramente emozionante, e non sarà facile, perché lo spettacolo inizierà alle 12.30, in un orario particolare, a cui nessun artista è abituato. Cantare alla luce calda del sole, davanti al pubblico che amo, sarà come toccare il cielo con un dito, e sicuramente mi sentirò più vicino a Dio».
Con queste parole Massimo Ranieri si presenta al pubblico di Suoni dal Monviso, che è pronto ad acclamarlo e ad applaudirlo in occasione del concerto che egli terrà domenica 1 agosto in località Fontanone di Pian Munè, nel comune di Paesana.
 «Finalmente – ha commentato Ranieri - ricomincio ad esibirmi dopo tanto tempo in cui sono stato costretto a rimanere fermo a casa, lontano dal pubblico che mi dà sempre tanta forza. Sono contento perché il vaccino ci sta aiutando, piano piano, a riconquistare la nostra normale vita, che tanto ci manca».
Abbiamo detto delle tante, sicure, emozioni che l’artista saprà regalare al pubblico, ma qual è la canzone in scaletta che più emoziona Massimo Ranieri? «Tutti penseranno che la mia canzone preferita è “Perdere l’amore”, con la quale vinsi il Festival di Sanremo nel 1988. In realtà, la canzone che mi dà più emozione è “20 anni”, un mio successo con il quale proprio a 20 anni vinsi Canzonissima».
Cosa dice Massimo Ranieri per invitare il potenziale spettatore “bugia nen” della Granda e del Piemonte a salire in quota per il concerto? «Sfatiamo questo mito curioso e simpatico… Mi esibisco in Piemonte da tanti anni, e amo particolarmente il pubblico piemontese, che mi dà sempre tante soddisfazioni e mi segue con amore. Vi aspetto tutti a Pian Munè, per vivere insieme a voi quest’esperienza, che sarà sicuramente indimenticabile».