News


Il Parco del Monviso: uno splendido palcoscenico naturale


15/06/2021

Anche per l'edizione 2021, il Parco del Monviso offre incredibili palcoscenici naturali agli eventi live di Suoni dal Monviso!
Vuoi conoscere le previsioni nelle Valli del Monviso? Clicca QUI e scopri il MeteoMONVISO alla pagina dedicata

 

L’Ente Parco, nato nel 2016, gestisce alcune Aree protette regionali e varie Zone Speciali di Conservazione facenti parte del sistema europeo della Rete Natura 2000.

I territori protetti si estendono dalla pianura cuneese fino alla cima del Monviso e conseguentemente abbracciano una grande varietà di ambienti in cui vivono moltissime specie animali e vegetali, alcune delle quali, in tutto il mondo, sono presenti solo qui.

L'Ente ha ereditato le strutture e il personale del "Parco del Po Cuneese", istituito dalla Regione Piemonte nel 1990 e reso operativo dal 1995 nell'allora "Sistema delle aree protette della fascia fluviale del Po".
 

Carta di identità

  • Anno di istituzione dell’Ente: 2016
  • Superficie delle altre aree protette e siti della Rete Natura 2000 in gestione: oltre 10.000 ettari
  • Comuni interessati: Caramagna Piemonte, Casalgrasso, Casteldelfino, Crissolo, Faule, Oncino, Ostana, Paesana, Pancalieri, Polonghera, Pontechianale, Revello, Saluzzo, Villafranca Piemonte
  • 2 Unioni di Comuni Montani
  • 2 Province
  • 1 Parco Naturale Regionale
  • 8 Riserve Naturali Regionali
  • 7 Zone Speciali di Conservazione
  • 2 Valli: Valle Po e Valle Varaita
  • Monviso: 3.841 m s.l.m., la montagna più alta delle Alpi Cozie
  • Sorgenti del Po: a Pian del Re (2.020 m. s.l.m.) in Valle Po nasce il fiume più lungo d’Italia
  • Bosco dell’Alevè: 825 ettari di cembreta, la più estesa delle Alpi Occidentali
  • Buco di Viso: il primo traforo alpino, costruito nell'anno 1480
  • oltre 20 laghi alpini
  • oltre 7 ettari di torbiera
  • Gestione della Tenuta Regionale e Sito di Interesse Comunitario (SIC) di Staffarda